Monday 19th Nov 2018

Augusto Orsi da Locarno –  

Nella foto la giornalista Mara Lucchini intervista Vittorio Taviani. Paolo Taviani non era venuto mai a Locarno fino a oggi. - 

L’aprile scorso è morto all’età di 88 anni Vittorio Taviani, uno dei grandi maestri del cinema italiano. Insieme al fratello Paolo ha creato capolavori indimenticabili. Mercoledì 8 agosto il Locarno Festival ha reso omaggio ai due inseparabili fratelli con la proiezione di Good Morning Babilonia (copia restaurata), un capolavoro i cui protagonisti erano due altri fratelli, Andrea e Nicola, artigiani e artisti dalle mani d’oro.

Un ricordo: il 10 agosto 1982, in una serata indimenticabile, inondata da stelle cadenti per le migliaia di spettatori di Piazza Grande, venne presentato con strepitoso successo un altro capolavoro di Paolo e Vittorio Taviani: La notte di San Lorenzo. 

 Ecco fra l’altro cosa ha dichiarato in una recente intervista.

Dopo Locarno, anche la Mostra del cinema di Venezia vi renderà omaggio, proprio con una copia restaurata di La notte di San Lorenzo. Credo sia una grande soddisfazione per un cineasta veder rivivere le proprie opere.  

Sono molto felice, anche perché con Vittorio ci siamo sempre chiesti, dopo ogni film, se avrebbe resistito all’usura del tempo. La Cineteca Nazionale ha organizzato poche settimane fa una serie di proiezioni dei nostri film a Roma, tra cui il nostro primo, San Michele aveva un gallo, che non era praticamente nemmeno uscito all’epoca. Mi sono sorpreso a vedere la platea stracolma e attenta. Segno che evidentemente le nostre preoccupazioni non erano fondate. …

In conclusione all’intervistatore  che gli chiedeva se non avesse fatto il regista quale strada avrebbe scelto, così rispondeva: Non avrei potuto fare altro. L’ho deciso a sedici anni e così è stato. L’elemento straordinario è che quella scelta avvenne guardando un film di Roberto Rossellini, che moltissimi anni dopo a Cannes ci consegnò la Palma d’oro. Un cerchio luminoso chiusosi sulla Croisette”.

Augusto Orsi

Comments powered by CComment