Wednesday 19th Jun 2019

Bari - “Con Matera che state facendo?" chiede il vicepremier Luigi Di Maio. “E’ in Basilicata…” replica con la mano sulla bocca, apparentemente imbarazzato, il governatore della Puglia Michele Emiliano. “Lo so…” è la risposta di Di Maio.

Lo scambio di battute tra i due – avvenuto alla Fiera del Levante e catturato dalle telecamere - ha scatenato subito la feroce ironia del web, impietoso su quella che sembra a tutti gli effetti una gaffe da parte del leader M5S. Che gaffe, però, non sarebbe vista la pronta smentita arrivata da entrambi i protagonisti.

“Il ministro Luigi Di Maio sa benissimo che Matera è in Basilicata e sa altrettanto bene che il sostegno della Puglia a Matera Capitale Europea della Cultura è fondamentale, per questo mi ha fatto le domande, tutte pertinenti, cui ho risposto” spiega Emiliano su Twitter, mentre il vicepremier su Facebook attacca la stampa: “Giornalisti ignoranti o in mala fede, o entrambi, mi accusano di aver sbagliato a chiedere a Emiliano cosa stesse facendo per Matera, lasciando intendere che non sappia in che regione sia. Sono loro che non sanno che la Regione Puglia sta facendo e ricevendo investimenti milionari in vista dell'appuntamento con Matera capitale della Cultura” scrive Di Maio, che poi aggiunge: “L'operazione di discredito verso questo governo continua senza sosta. Gli editori dei giornali hanno le mani in pasta ovunque nelle concessioni di Stato: autostrade, telecomunicazioni, energia, acqua. E l'ordine che è arrivato dai prenditori editori è di attaccare con ogni tipo di falsità e illazioni il Movimento 5 Stelle. Questo non è più giornalismo libero. Siamo di fronte alla propaganda dell'establishment che si fonda anche su contributi pubblici mascherati come la pubblicità da parte dei concessionari di Stato (quanti soldi prende Repubblica dai Benetton per la pubblicità?). Bisogna fare una legge per garantire che gli editori siano puri e i giornalisti liberi di fare inchieste su tutte le magagne dei prenditori”. - (NoveColonneATG)

Comments powered by CComment