Saturday 20th Apr 2019

Biella – Nella quinta e ultima giornata del Sei Nazioni Under 20 non basta la rimonta nel finale all’Italia per avere la meglio sui pari età della Francia, Campioni del Mondo in carica, che a Biella si sono imposti 35-31 in un match pieno di emozioni.

Dopo il minuto di silenzio in onore delle vittime del truce attentato in Nuova Zelanda, si parte con drop d’inizio francese. E’ subito Italia: con una pressione sui ventidue francesi ottiene un’introduzione in mischia. Da questa, dopo alcune fasi di sfondamento centrali, la palla arriva all’estremo Jacopo Trulla che con un’azione individuale deposita la palla in meta per il momentaneo 5-0. La Francia reagisce e tra il 10’ e il 13’ chiude in difesa gli Azzurrini che riescono a mandare al mittente la minaccia. Al 26’ Italia ancora vicinissima alla meta grazie ad un’intercetto a pochi metri dai pali, ma un controllo sfortunato dell’ovale vanifica il tutto. Al 28’ azione alla mano francese che con tre passaggi riesce ad avanzare e liberare il mediano Viallard che deposita in mezzo ai pali per la prima meta ospite con Smaili che trasforma portando in vantaggio gli ospiti sul 7-5. Gli Azzurrini – stasera in maglia bianca – non sembrano aver sofferto il sorpasso e ancora un avanti a pochi centimetri dalla linea di meta nega a Drudi il controsorpasso. Al 36’ la Francia trova la seconda meta con un’azione nata da una touche e finalizzata da Lemardelet e trasformata da Smaili che vale il 14-5 all’intervallo.

Ad inizio ripresa nell’arco di tre minuti la Francia incrementa il parziale a proprio favore con le mete di Pinto e Dumortier, trasformate da Smaili, che valgono il momentaneo 28-5 e un contestuale bonus offensivo. Nella girandola di sostituzioni che coinvolge entrambe le squadre gli Azzurrini accorciano le distanze con Marinello che tra il minuto 52 e il minuto 58 sale in cattedra realizzando due mete e, con la trasformazione di Da Re (la prima fallita da Fusco), il XV di Roselli si porta sul 17-28. Al 66’ un errore nella metà campo francese porta alla meta in volata di Moefana che riporta a distanza di sicurezza i transalpini con la trasformazione di Smaili sul 35-17. Nel finale gli Azzurrini premono sull’acceleratore trovando le due mete di Mba tra il 68’ e l’80’ che portano in casa Azzurra due punti ma non riescono a cambiare l’esito finale del match.
 
Antonio Pellegrino

Comments powered by CComment