Thursday 19th Sep 2019

Venerdì 6 agosto è arrivato il Papa in Madagascar con una accoglienza di popolo che ha bloccato le principali strade d'accesso della Capitale ed uno spiegamento di mezzi e poliziotti da record.

Invero la visita del Papa è stata sollecitata dal regime di Rajoelina per creare un evento mediatico e dare visibilità al Presidente Rajoelina, molto abile a creare e gestire simili eventi pensando di passare alla storia come il più grande Presidente della Repubblica del Madagascar. Già i mesi precedenti Rajoelina aveva sfruttato il football per creare simile evento mediatico con la squadra di calcio dei Barea del Madagascar.

Anche al ritorno dei Barea in Madagascar si era visto (o programmato) una eguale marea di popolo a partire dalle adiacenze dell'aeroporto fino in centro.

Anche allora uno spiegamento esagerato di forze dell'ordine programmato a dare enfasi ad un evento mediatico per celebrare il Presidente Rajoelina.

Il Papa invero è arrivato con una grande sobrietà alla visita pastorale in Madagascar e non ha certo domandato la creazione di una nuova piazza per dire una messa nè il rifacimento (o maquillage) delle strade ove sarebbe passato il Papa, nè una nuova "papamobile" creata dall'unico costruttore locale di autovetture e targata SCV1 quando tale targa già esiste in Vaticano per altra auto del Papa.

Già nei giorni precedenti l'arrivo del Papa in Antananarivo sono spuntati migliaia di punti di vendita di magliette con l'effigie del Papa e di bandierine con lo stemma del Vaticano, come in precedenza era avvenuto per il ritorno dei calciatori del Barea e credo che nel futuro anche prossimo saranno progettati e realizzati ancora simili eventi a vantaggio del regime e secondo l'antico principio che per governare il popolo bisogna dargli giochi e illusioni.

Diversi giornali malgasci hanno descritto entrambi gli eventi di cui sopra come la dimostrazione di capacità di un grande Presidente ma purtroppo non è così.

Rajoelina ha già governato 5 anni il Madagascar senza essere eletto dal popolo ed ora che è stato eletto dal popolo si prepara a governare per i prossimi decenni ma il Madagascar, che non è cresciuto per nulla nei precedenti 5 anni del governo di Rajoelina, continua ad illudersi che ora crescerà.......

Chi vivrà vedrà !

Comments powered by CComment