Monday 1st Mar 2021

ROMA – Paolo Borchia, coordinatore federale di Lega nel Mondo ed eurodeputato, presenta Mariam Scandroglio, nuova coordinatrice del partito per l’Africa. “Ha senso identitario e conoscenza approfondita del contesto socio-culturale: sono queste le caratteristiche necessarie per organizzare al meglio le comunità italiane in Africa – rileva Borchia, che sottolinea come “la presenza delle comunità italiane in Africa ha un grosso potenziale, in particolare se collegata alla cooperazione allo sviluppo”. “Per questo, il profilo di Mariam Scandroglio, sia sotto l’aspetto culturale che organizzativo, ha grandi margini – afferma il coordinatore leghista.

La nuova coordinatrice si presenta così: “Sono nata nel 1983 a Toulepleu, in Costa d’Avorio e all’età di due anni sono stata adottata insieme a mio fratello da una famiglia lombarda; tre anni fa mi sono trasferita in Campania. Da sempre lavoro per la promozione del Made in Italy e del lancio di progetti di cooperazione e sviluppo tra mercati; attualmente mi occupo di consulenza per le imprese all’estero. Ringrazio il deputato Nicola Molteni, il commissario regionale Valentino Grant e Paolo Borchia per la fiducia accordata, un’occasione importante offertami dalla Lega per mettere a disposizione la mia esperienza e la mia volontà di aggregare le diverse comunità italiane e africane”. (Inform)

 

Partito Liberale Italiano: Stefano Prati responsabile per gli Italiani all’Estero

ROMA – Partito Liberale Italiano: Stefano Prati è stato nominato responsabile nazionale per gli Italiani all’Estero.

Stefano Prati, genovese, già componente del direttivo del commissario per la Liguria Odepemko Mirko e già presidente della Segreteria provinciale di Genova,  ha ricevuto il nuovo incarico dalla Direzione nazionale del partito anche in funzione, come sottolinea il Pli Liguria, della sua grande esperienza lavorativa in diversi contesti mondiali,.

“In molti – afferma Stefano Prati – commettono l’errore di giudicare un trasferimento oltre confine come una fuga, ma chi ha il coraggio di mettere tutto il proprio mondo dentro una valigia e partire con la determinazione di avere un’esistenza migliore o di avere la possibilità di esprimere il proprio potenziale, non può essere giudicato cosi superficialmente. I nostri connazionali all’estero rappresentano una risorsa e un vanto per il nostro paese, i loro diritti non possono essere ignorati o modificati arbitrariamente utilizzando come scusante una mera distanza geografica. Il mio impegno sarà di lavorare per dare un’equità ai nostri connazionali lontani e ridare loro dignità quando o nel caso volessero tornare in Patria”. (Inform)

Comments powered by CComment