Thursday 27th Jul 2017

Roma - Lampade e lettini solari, ormai si sa, danneggiano la pelle. Ricercare un’abbronzatura artificiale è la cosa più sbagliata che si possa fare. A confermarlo l'Oms rende noto che le ùricerche dimostrano che le persone che hanno utilizzato un solarium almeno una volta in qualsiasi fase della loro vita hanno un rischio di sviluppare il melanoma del 20% in più rispetto a quelli che non hanno mai utilizzato un lettino e il primo utilizzo di lettini prima dell'eta' di 35 anni aumenta il rischio di sviluppare il melanoma del 59 per cento.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità sottolinea le azioni per limitare l'uso di dispositivi artificiali di abbronzatura per ridurre i rischi sanitari associati, come il melanoma e i tumori della pelle anche non melanoma. L’esposizione ai raggi ultravioletti (UVR) per scopi cosmetici, negli ultimi 30 anni, ha aumentato l'incidenza di tumori della pelle che nel tempo hanno ridotto l'età della loro prima apparizione secondo un nuovo rapporto dell'Oms "Dispositivi per abbronzatura artificiale: interventi sanitari pubblici per gestire i lettini". È stato stimato che l'uso di questi strumenti sia responsabile di più di 450.000 casi di cancro della pelle "non melanoma" e più di 10.000 casi di melanoma ogni anno negli Stati Uniti, Europa e Australia.

Ad essere attratte dal ‘colorsalute’ sono in maggioranza le donne, in particolare adolescenti e giovani adulti.  

Nel 2009, l'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) dell'Oms ha classificato l'esposizione ai dispositivi abbronzanti UV come cancerogeno per l'uomo. Più di 40 autorità nazionali e provinciali in tutto il mondo hanno attuato immediatamente divieti o restrizioni sull'uso dei lettini. Tuttavia, è necessario ancora molto lavoro per limitarne l'uso.  

Il cancro della pelle è la forma più comune di cancro tra le popolazioni. La principale causa ambientale del cancro della pelle è proprio la radiazione ultravioletta (UVR).   Numerose forme di regolazione sono state adottate in diversi paesi. Brasile e Australia hanno vietato i lettini commerciali. Paesi come il Canada, la Francia, l'Irlanda e gli Stati Uniti hanno aumentato controlli per limitare i centri dove si utilizzano i dispositivi e la pubblicità dei vantaggi "non cosmetici" per la salute. In Italia sono stati introdotti controlli legislativi che richiedono agli operatori di vietarne l'uso da parte di persone con pelli sensibili e a rischio e donne in gravidanza.

Lettini, lampade solari, e cabine di abbronzatura emettono livelli nocivi di UVR che hanno gli stessi effetti della luce del sole tropicale a mezzogiorno e aumentano il rischio di sviluppare il melanoma e il cancro della pelle "non melanoma". I rischi aggiuntivi per la salute sono invecchiamento cutaneo precoce, infiammazione oculare e riduzione se non soppressione del sistema immunitario.  - (NoveColonneATG)