Thursday 17th Aug 2017

Influenza, mal di gola o virus intestinale: come annientarli? Occhio all’alimentazione! Per una perfetta guarigione, ecco i cibi “out” - 

Livia Fabietti - La Stampa -  

Cibi da evitare: quante volte eliminare dalla propria alimentazione determinati cibi aiuta a stare meglio? Soprattutto in caso di influenza o malesseri di altra natura, prestare attenzione alla tavola è di fondamentale importanza.

Quando non si è proprio in forma, si sa, l’appetito viene meno e si tende a mangiare poco, ma occhio, esistono alimenti e bevande che possono peggiorare il proprio stato di salute. Stando a quanto riporta il noto magazine Womens’ Healt, sarebbero 9 i cibi fatali per il fisico in caso di malattia.

Cibi da evitare in caso di malattia: mai bere caffè
In molti lo amano e non ne possono fare a meno al mattino. Quando si sta male, e soprattutto si hanno problemi allo stomaco, tra i cibi da evitare figura proprio il caffè. Essendo un diuretico, fa andare molto al bagno e il rischio è dietro l’angolo: la disidratazione.

Occhio al succo d’arancia
Al mattino, come prevede la classica colazione continentale, niente meglio che iniziare la giornata con un bel succo d’arancia. Attenzione però in caso di tosse o mal di gola. Perché? I soggetti affetti da tali fastidi potrebbero ritrovarsi a fare i conti con un aumento dell’irritazione. “Il succo d’arancia, contenendo acido citrico, può irritare una gola già infiammata” – ha spiegato Taz Bhatia, M.D., professore di medicina integrativa all’Emory University.

Zucchero: altro che dolcezza!
Virus intestinale? Occhio allo zucchero. Dopo aver fatto il pieno di biscotti, caramelle o cereali zuccherati, il sistema immunitario è più debole e, di conseguenza, è meno reattivo nel combattere i germi. Peggio ancora quando si parla di zucchero raffinato visto che può essere responsabile di problemi a livello intestinale come l’alterazione della flora batterica, coliti e diarrea.

No alla soda
Al pari del caffè e di altre bibite contenenti caffeina, la soda può provocare disidratazione. Quando l’acqua non è sufficiente, è cosa buona e giusta prediligere bevande a contenuto energetico ed elettrolitico. “Molti dolcificanti artificiali sono molecole di grandi dimensioni che non riescono ad essere digerite bene dallo stomaco” – ha detto Arthur. Le conseguenze si traducono in gonfiore, crampi e anche diarrea.

Snack croccanti
Il mal di gola dice no agli snack come patatine fritte, pane croccante etc. la loro struttura abrasiva può provocare dolore. Da ricordare: più si irrita la gola, più tempo ci vorrà per guarire.

Alcol, off limits
Una delle cose da bandire in caso di malattia è senza ombra di dubbio l’alcol: può peggiorare la disidratazione. L’alcol, inoltre, accelerando le contrazioni dell’intestino, può provocare feci acquose o diarrea.

Latte
Sarebbe cosa buona e giusta evitare i latticini quando si è malati. Proprio così, essendo ricchi di grassi e proteine, possono favorire l’accumulo di muco nella gola e nelle vie respiratorie causando problemi di respirazione e anche irritazione.

Cibo fritto e grasso
“I cibi grassi richiedono tempi di digestione lunghi, il che può andare a aumentare la nausea e innescare reflusso acido” – ha fatto sapere Bhatia. Hamburger e patatine fritte possono dunque aspettare.

Cibo speziato
Peperoncino e salse piccanti piacciono a tanti. Attenzione alla capsaicina: questa sostanza dal caratteristico potere irritante, se assunta in quantità eccessive, può causare difficoltà respiratorie.