Monday 22nd Jan 2018

COMMUNITY – L’ALTRA ITALIA (Quotidiano, Quinta stagione)

Conducono Alessio Aversa e Gloria Aura Bortolini.

I progetti, le ambizioni, i successi,  le storie di chi vive fuori dall’Italia e tiene vivo il legame con il  Paese di origine. Ogni settimana in studio ospiti di eccellenza dello spettacolo, della cultura, dell’industria italiana nel mondo. E poi lo spazio di servizio dedicato agli italiani all’estero, per rispondere a quesiti su pensioni, tasse, sanità, burocrazia... e lo spazio dedicato alla lingua italiana in collaborazione con la Società Dante Alighieri.

  • ü Lunedì 22 Gennaio 2018

Ospiti: Federica Angeli, giornalista de “La Repubblica” che da anni conduce inchieste scomode su una realtà criminosa emergente: quella di Ostia, zona di Roma sempre più spesso al centro delle cronache; il Prof. Paolo Fiorina, Endocrinologo presso l’Università degli Studi di Milano, spiega come affrontare e curare il diabete, una malattia molto comune;  lo scrittore Alfredo Accatino, uno dei più noti creativi italiani e autore di grandi eventi internazionali, presenta il suo libro “Outsiders”, un viaggio nelle storie e nelle vite di artisti geniali del ‘900; chiude la puntata l’esibizione dal vivo del musicista Fabio Carocci.

Storie dal mondo.

A New York, per un incontro con Federico Rampini, giornalista de La Repubblica.

Da Buenos Aires, il servizio sul Concerto di fine anno della Banda dei Carabinieri.

ü  Martedì 23 Gennaio 2018

Ospiti: Federico Quaranta, conduttore radiofonico e televisivo, ricorda il suo programma “Decanter” dove da oltre 15 anni parla di cibo, di prodotti tipici e di vino; Antonio Recupero, sceneggiatore di fumetti e autore della graphic novel “Magnotta Wars”, insieme a Gianluca Arnesano, esperto di web e digital marketing, per parlare di “Viral Marketing”, ovvero la capacità di diffusione di un contenuto in modo veloce e capillare.

Storie dal mondo.

A Los Angeles, per conoscere Carlo Alberto Orecchia, documentarista vincitore di un Emmy Award.

Da Johannesburg, il servizio sull’Italian Film Festival che promuovere il cinema italiano in Sudafrica.

Infocommunity: Oscar De Bona, presidente dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, parla del Veneto e in particolare di Belluno, per raccontare le tante attività dei Bellunesi nel mondo.

ü  Mercoledì 24 Gennaio 2018

Ospiti: il Ministro Plenipotenziario Luigi Maria Vignali, Direttore Generale della Direzione Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, in vista delle consultazioni per il rinnovo del Parlamento, che si svolgeranno in Italia il prossimo 4 marzo, ai quali partecipano anche i cittadini italiani all’estero: per questi elettori, vi sono modalità e scadenze diverse; lo startupper Alberto Piras, appena tornato dal Ces (Consumer Electronics Show) di Las Vegas, dove sono stati chiamati gli inventori delle migliori startup italiane; Marco Cappeddu, direttore di Nautica Italiana, parla della vocazione per il mare da parte dell’Italia e delle sue città, vocazione legata a un settore di grande successo del Made in Italy: il comparto nautico.

Storie dal mondo.

A Melbourne, per incontrare Renato Stocco, veneto che in Australia si trasferì nel 1950…

Da Los Angeles, il servizio sull’iniziativa lanciata dall’Istituto Italiano di Cultura per promuovere e favorire tutti gli i rappresentanti “dell’Italianità”.

Infocommunity: Oscar De Bona, presidente dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, presenta “I magnifici 7”, una sorta di vademecum per i giovani che hanno intenzione di provare un’esperienza all’estero: dai consigli ai suggerimenti più significativi.

ü  Giovedì 25 Gennaio 2018

Ospiti: Stanislao De Marsanich, presidente dei Parchi letterari, per conoscere il Parco dedicato alla poetessa Isabella Morra, che si trova a Valsinni, in provincia di Matera; lo scrittore Dario Pisano, presenta l’ultimo suo libro “Nel cammin di nostra vita”, dove ha fatto una panoramica dei tre grandi poeti fondamentali della letteratura italiana: Dante, Petrarca e Boccaccio; David Riondino, attore, musicista, regista, presenta lo spettacolo “Decameron: canzoni e storie”, un viaggio nel capolavoro di Boccaccio tra racconto e musica; il Maestro Gabriele Ciampi, direttore di orchestra, una delle grandi eccellenze che Italia  esporta con grande orgoglio.

Storie dal mondo.

Ad Edmonton, per incontrare Adriana Albi-Davies, una calabrese che ha studiato la storia degli italiani emigrati in Canada, scegliendo di raccontare la gente comune.

Da  Toronto, Jonas Carpignano, un giovane regista italo-americano.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                             

ü  Venerdì 26 Gennaio 2018

Ospiti: si inizia la puntata con un’intervista a Riccardo Di Segni, rabbino capo della Comunità Ebraica di Roma, per la Giornata della Memoria, in cui si ricorda la Shoa, l’Olocausto degli ebrei; in vista del voto del prossimo 4 marzo, il Ministro Plenipotenziario Roberto Martini, Vice Direttore della Direzione Generale Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, ricorda le modalità e scadenze per gli elettori italiani residenti all’estero; Marilena Bertini, presidente della onlus CCM - Comitato Collaborazione Medica, parla della campagna Sorrisi di madri africane che riunisce le attività rivolte a mamme e bambini nei paesi dell'Africa sub-sahariana. Storie dal mondo.

A Buenos Aires, in Argentina, per incontrare Adelaide Molina che ricorda l’amico Rosario Marasco, deportato a Mathausen.

A Boston, dove gli studenti della Waltham High School sono stati coinvolti nell’Italian Day, una vera e propria immersione nella cultura italiana.

Tutti i giorni a Community trova spazio la lingua italiana grazie alla collaborazione con la Società Dante Alighieri. In studio questa settimana Fabio Poròli, Stefano Telve e Beatrice Palazzoni.  

Chiude la settimana le news dal mondo per segnalare i maggior eventi italiani che accadono in giro per il mondo.

Per contattare la redazione scrivete a: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Programmazione                                                                                                                                                     

 

Rai Italia 1 (Americhe)

NEW YORK / TORONTO da Lunedì a Venerdì h13.00

BUENOS AIRES da Lunedì a Venerdì h15.00

SAN PAOLO da Lunedì a Venerdì h16.00

Rai Italia 2 (Australia - Asia)

PECHINO/PERTH da Lunedì a Venerdì h14.30                     

SYDNEY da Lunedì a Venerdì h17.30

Rai Italia 3 (Africa)

JOHANNESBURG da Lunedì a Venerdì h19.45

SPECIALE COMMUNITY  (Settimanale)

Gli italiani nel mondo: storie di emigrazione passata e presente.

 

Speciale Community è pensato per raccontare gli italiani nel mondo e fare da ponte tra le comunità italiane sparse nei diversi paesi e tra loro e la madrepatria.

A questo scopo è stata creata una rete di giornalisti–corrispondenti–filmaker costantemente a caccia di nuove storie. Alcuni tra loro risiedono nei paesi dell’emigrazione storica come Canada, Stati Uniti, Brasile, Argentina, Australia. Altri invece viaggiano nei paesi con comunità italiane meno numerose di quelli appena citati o in paesi di nuova emigrazione come la Cina, il Giappone, il Vietnam, la Tailandia, il Sud Africa, il Perù, la Colombia, il Costa Rica,  etc. etc.

E allora eccole le storie di emigrazione, singole storie per fornire altrettante risposte alle mille domande: chi sono gli emigrati, perché hanno lasciato il nostro paese, come se la passano,  hanno raggiunto il loro obiettivo oppure sono ancora alla ricerca di un sogno da realizzare? E ancora: se ne sono andati per sempre o ritorneranno dopo un’esperienza di lavoro o di sperimentazione all’estero? Si sono integrati nel nuovo paese? Quanto hanno conservato della loro italianità? Etc., etc.

Sono tutte storie di vita, di impegno, di sentimenti. A volte di successo, a volte meno. A volte di fatica, sudore e sconforto, altre volte di grande fortuna e realizzazione professionale. A volte di grandi soddisfazioni e felicità, altre volte di insicurezza e nostalgia.

Le storie in questa puntata:

Da TORONTO  (Canada)

In occasione del Toronto Film Festival, l’incontro con Forzani e Pallaoro, due giovani registi di origini italiane che hanno presentato le loro opere al pubblico canadese.

Da EDMONTON  (Canada)

Storica e autrice del libro sulla famiglia Pichiarello, Adriana Albi racconta come si è appassionata alle storie dei primi italiani arrivati in Canada e come ha indagato a fondo sulle loro vite, scoprendo che per lo più facevano mestieri molto umili e faticosi.

Da EDMONTON (Canada)

Il giovane poeta Marco Melfi, nato in Canada da genitori italiani. Marco esprime il suo animo sensibile scrivendo e pubblicando poesie che traggono ispirazione dalla sua attenta osservazione delle persone che incontra per strada.

Da LOS ANGELES (Usa)

A Los Angeles si è trasferito da qualche anno Carlo Alberto Orecchia, documentarista vincitore di un Emmy Award. Carlo Alberto però non si limita ad una sola attività nello show-business e racconta i molteplici risvolti del suo lavoro.

Da BOSTON (Usa)

“Italian Day”, giornata dedicata alla cultura italiana per gli studenti delle high school (le scuole superiori d’America) per stimolare attraverso Chef, auto sportive, sfilate di moda, cantanti e quant’altro, l’interesse verso la cultura e la lingua italiana. Il tutto grazie anche all’aiuto economico dei cosiddetti “Patrons” (mecenati), cioè donatori, fondamentalmente privati o ditte, in seno alla comunità.

Da NEW YORK (Usa)

Il giornalista Federico Rampini, il noto inviato all’estero per il quotidiano la Repubblica offre con la sua esperienza diretta (in Oriente e negli USA) spunti per capire cosa all’estero si pensa degli Italiani e dell’Italia.

Da BUENOS AIRES (Argentina)

La storia di Rosario Marasco, un emigrato calabrese che durante la seconda guerra mondiale venne internato nel campo di Mauthausen in Austria.  Successivamente emigrò in Argentina, a Buenos Aires. La testimonianza è di una sua amica. Uno dei più grandi inviati di guerra italiana di quegli anni, Lamberti Sorrentino, scrisse il libro "Sognare a Matuhausen", che dedicò proprio a Marasco che era stato suo compagno di prigionia, definendolo l'uomo più coraggioso e buono del campo di Mauthausen.

Da JOHANNESBURG (Sudafrica)

Raoul Bova, ospite dell’ultimo Johannesburg Film Festival racconta perché è importante per lui partecipare a questi eventi, in funzione di promotore del Cinema e –più in generale- di tutta la Cultura italiana all’estero.

Programmazione

 

Rai Italia 1 (Americhe)

NEW YORK/TORONTO Venerdì 26 Gennaio h20.15

BUENOS AIRES Venerdì 26 Gennaio h22.15

SAN PAOLO Venerdì 26 Gennaio h23.15

Rai Italia 2 (Australia - Asia)

PECHINO/PERTH Sabato 27 Gennaio h21.30

SYDNEY Domenica 28 Gennaio h00.30

Rai Italia 3 (Africa)

JOHANNESBURG Sabato 27 Gennaio h01.30

CINEMA ITALIA (Film)

 

  1. KLEIN

(Drammatico, 1976)

Cicli, rassegne tematiche, appuntamenti che segnano la memoria e le ricorrenze del cinema italiano, scelti per il pubblico di Rai Italia, dal giornalista e critico Alberto Farina.
Film di prima visione o grandi classici del cinema italiano, da vedere e rivedere, che permetteranno di ripercorrere la storia dell’Italia, riflettere sul presente, divertirsi, emozionarsi, scoprire grandi storie, bravissimi attori, grandi registi del cinema italiano.
 
Il 27 gennaio 1945 l’Armata Rossa liberò il campo di concentramento nazista di Auschwitz. Ricollegandosi a quella data, Il 27 Gennaio di ogni anno si celebra il Giorno della Memoria, per non dimenticare cosa sia stata la Shoah.

Regia: Joseph Losey

Con: Alain Delon, Jeanne Moreau, Suzanne Flon, Michel Lonsdale, Massimo Girotti, Roland Bertin

Robert Klein (Alain Delon) è un francese sulla quarantina che, nella Parigi occupata del 1942,  pratica l’usura e colleziona opere d'arte, ha una casa di lusso e una giovane amante: quando occorre, si assicura a metà prezzo quadri antichi di cui qualche ebreo è costretto a disfarsi. Ma la sua sicurezza va in frantumi  il giorno in cui scopre l'esistenza d'un altro Robert Klein, suo omonimo e sosia, verosimilmente un ebreo, il quale cerca di sottrarsi alle persecuzioni razziali attribuendogli la propria identità. Allarmato, Klein si rivolge alla polizia, ma così facendo attira su di sé forti sospetti.

 

Programmazione

 

Rai Italia 1 (Americhe)

NEW YORK/TORONTO Mercoledì 24 Gennaio h19.15

BUENOS AIRES Mercoledì 24 Gennaio h21.15

SAN PAOLO Mercoledì 24 Gennaio h22.15

Rai Italia 2 (Australia - Asia)

PECHINO/PERTH Giovedì 25 Gennaio h16.00

SYDNEY Giovedì 25 Gennaio h19.00

Rai Italia 3 (Africa)

JOHANNESBURG Giovedì 25 Gennaio h00.15

CRISTIANITA’ (Programma religioso)

Ogni domenica, suor Myriam Castelli  propone temi di interesse ecclesiale e gli appuntamenti del Papa in Vaticano. Cristianità è uno dei  “notiziari vaticani” più attenti e più seguiti all’estero, arricchito dal contributo fondamentale di tanti ospiti in studio: Cardinali e alti Prelati, riconosciuti studiosi della grande diaspora italiana, insieme a una vasta gamma di esperti, artisti, professionisti, laici e missionari che vivono “on the road”. Un parterre di italiani che si confrontano con i contenuti della fede e i commenti culturali della modernità. Interviste, servizi e collegamenti in diretta via Skype con i telespettatori dei cinque continenti. In ogni puntata, voci, immagini, testimonianze di vita di tutte le generazioni con le immagini delle feste organizzate dagli italiani in tanti Paesi del mondo dove è presente un’italianità laboriosa, attaccata alla propria terra d’origine e soprattutto alla cultura cristiana.

La risonanza del viaggio di Papa Francesco in Cile e Perù. Le tappe, le immagini, i gesti e i discorsi del Papa nei due paesi sudamericani. E ancora: il dialogo ecumenico e il cammino verso l’unità dei cristiani. Questi i principali argomenti di Cristianità, mentre Papa Francesco sta concludendo il suo sesto viaggio in Sudamerica e la chiesa celebra la Settimana per l’Unità dei Cristiani.

La S. Messa, si celebra nella Chiesa di San Giuseppe Artigiano di Foligno, in provincia di Perugia.

La puntata è arricchita da interviste, tra le quali quella al Cardinale Ricardo Ezzati, Arcivescovo del Cile, nonché da servizi e collegamenti con i telespettatori dall’America e dall’Australia.

Tra gli ospiti in studio: Sua Ecc.za Mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontifica Accademia per la Vita; Padre Renato Dos Santos, responsabile della Tipografia Editrice Vaticana; Pasquale Esposito, cantante italo-americano e Andrea Marini, giornalista Rai.

Programmazione

 

Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Domenica 21 Gennaio h04.15
BUENOS AIRES Domenica 21 Gennaio h06.15

SAN PAOLO Domenica 21 Gennaio h07.15

Rai Italia 2 (Asia - Australia)
PECHINO/PERTH Domenica 21 Gennaio h17.15
SYDNEY Domenica 21 Gennaio h20.15

Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Domenica 21 Gennaio h11.15

LO SPORT SU RAI ITALIA

SERIE A 

 

► ATALANTA - NAPOLI
Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Domenica 21 Gennaio h06.15
BUENOS AIRES Domenica 21 Gennaio h08.15
SAN PAOLO Domenica 21 Gennaio h09.15
Rai Italia 2 (Australia)
PERTH Domenica 21 Gennaio h19.15
SYDNEY Domenica 21 Gennaio h22.15
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Domenica 21 Gennaio h13.15

 

► LA GIOSTRA DEL GOAL
All’interno la cronaca della partita LAZIO - CHIEVO con l’aggiornamento in diretta dei gol da tutti i campi.

Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Domenica 21 Gennaio h08.30
BUENOS AIRES Domenica 21 Gennaio h10.30
SAN PAOLO Domenica 21 Gennaio h11.30
Rai Italia 2 (Australia)
PERTH Domenica 21 Gennaio h21.30
SYDNEY Lunedì 22 Gennaio h00.30
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Domenica 21 Gennaio h15.30  

► CAGLIARI - MILAN
Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Domenica 21 Gennaio h12.00
BUENOS AIRES Domenica 21 Gennaio h14.00
SAN PAOLO Domenica 21 Gennaio h15.00
Rai Italia 2 (Australia)
PERTH Lunedì 22 Gennaio h01.00
SYDNEY Lunedì 22 Gennaio h04.00
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Domenica 21 Gennaio h19.00

 

► INTER - ROMA
Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Domenica 21 Gennaio h14.45
BUENOS AIRES Domenica 21 Gennaio h16.45
SAN PAOLO Domenica 21 Gennaio h17.45
Rai Italia 2 (Australia)
PERTH Lunedì 22 Gennaio h03.45
SYDNEY Lunedì 22 Gennaio h06.45
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Domenica 21 Gennaio h21.45

► JUVENTUS – GENOA

Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Lunedì 22 Gennaio h14.45
BUENOS AIRES Lunedì 22 Gennaio h16.45
SAN PAOLO Lunedì 22 Gennaio h17.45
Rai Italia 2 (Australia)
PERTH Martedì 23 Gennaio h03.45
SYDNEY Martedì 23 Gennaio h06.45
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Lunedì 22 Gennaio h21.45

 

► LAZIO - UDINESE
Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Mercoledì 24 Gennaio h12.30
BUENOS AIRES Mercoledì 24 Gennaio h14.30
SAN PAOLO Mercoledì 24 Gennaio h15.30
Rai Italia 2 (Australia)
PERTH Giovedì 25 Gennaio h01.00
SYDNEY Giovedì 25 Gennaio h04.00
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Mercoledì 24 Gennaio h19.30

► SAMPDORIA - ROMA

Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Mercoledì 24 Gennaio h14.45
BUENOS AIRES Mercoledì 24 Gennaio h16.45
SAN PAOLO Mercoledì 24 Gennaio h17.45
Rai Italia 2 (Australia)
PERTH Giovedì 25 Gennaio h03.45
SYDNEY Giovedì 25 Gennaio h06.45
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Mercoledì 24 Gennaio h21.45

 

► SASSUOLO - ATALANTA

Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Sabato 27 Gennaio h12.00
BUENOS AIRES Sabato 27 Gennaio h14.00
SAN PAOLO Sabato 27 Gennaio h15.00
Rai Italia 2 (Australia)
PERTH Domenica 28 Gennaio h01.00
SYDNEY Domenica 28 Gennaio h04.00
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Sabato 27 Gennaio h19.00

► CHIEVO - JUVENTUS

Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK / TORONTO Sabato 27 Gennaio h14.45
BUENOS AIRES Sabato 27 Gennaio h16.45
SAN PAOLO Sabato 27 Gennaio h17.45
Rai Italia 2 (Australia)
PERTH Domenica 28 Gennaio h03.45
SYDNEY Domenica 28  Gennaio h06.45
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Sabato 27 Gennaio h21.45

 

DOCUMENTARIO
MERAVIGLIE - LA PENISOLA DEI TESORI
Terza puntata del nuovo viaggio alla scoperta delle "Meraviglie" italiane, quelle che ci rendono una vera e propria "penisola dei tesori".
Conduttore Alberto Angela.
Pisa e la sua Piazza dei Miracoli, i Sassi di Matera e le Dolomiti sono i tre siti, dichiarati dall’Unesco patrimonio dell’umanità, protagonisti della terza puntata di "Meraviglie, la penisola dei tesori".
Il percorso attraverso i tesori dell’Italia di questa puntata comincia dalla città di Pisa. Nella Piazza dei Miracoli Alberto Angela illustra la storia e le particolarità della famosa Torre pendente, del Duomo e del Battistero. Andrea Bocelli racconta il profondo legame che da sempre avverte con la sua città.
Il panorama cambia decisamente nella seconda tappa del viaggio di Meraviglie, a Matera una delle città più antiche del mondo. Camminando tra i Sassi, muovendosi tra chiese rupestri e case scavate nel tufo, Alberto Angela fa ascoltare la storia di un riscatto: da vergogna d’Italia, com’era stata definita negli anni Cinquanta, oggi Matera è diventata una meta turistica molto frequentata.
Infine, si arriva a quasi tremila metri di altezza, sulle Dolomiti, per ammirare un paesaggio di incomparabile bellezza. Si tratta di un sito assolutamente straordinario, naturale e umano. Non un sito vergine, ma strettamente legato all’uomo che in queste valli è stato presente fin dall’età del bronzo. Alberto Angela racconta la formazione di questa catena montuosa e le sue particolarità.
Spettacolari riprese con droni, elicotteri, effetti speciali, minifiction…tutto al servizio di una grande operazione culturale della Rai.
 
Programmazione
Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK/TORONTO Sabato 27 Gennaio h18.30
BUENOS AIRES Sabato 27 Gennaio h20.30
SAN PAOLO Sabato 27 Gennaio h21.30
Rai Italia 2 (Australia - Asia)
PECHINO/PERTH Domenica 28 Gennaio h20.30
SYDNEY Domenica 28 Gennaio h23.30
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Prossimamente
 
PETROLIO,
AROUND MIDNIGHT
“PASSIONE ROSSA”

È il cibo globale per antonomasia. Arriva dall’America con i conquistadores spagnoli, usato come pianta ornamentale, per poi diventare un cibo universale e persino icona pop. Il pomodoro alimenta una filiera dal fatturato annuo di 10 miliardi di dollari, di cui 3 solo in Italia. In questo mercato globale, il pomodoro coltivato italiano, il “pelato”, la “passata” quanto valgono? Chi e come riesce a competere?

Petrolio “Passione Rossa” viaggia dai campi di pomodoro in Cina dove Liu Yi, il magnate cinese esporta concentrato di pomodoro in 130 Paesi, Italia compresa, sino agli Stati Uniti dove il colosso americano Heinz ha il monopolio del ketch-up e il californiano Chris Rufer, lo Steve Jobs del pomodoro, produce quanto Italia e Cina. Petrolio documenta la situazione in Africa, in Ghana, in cui l’invasione del pomodoro Made in China ha ucciso l’agricoltura locale, contribuendo all’ondata migratoria. Gli stessi lavoratori fuggiti dal Ghana, oggi popolano le bidonville in provincia di Foggia, dove si coltivano tre quarti del pomodoro italiano. Il tragico paradosso della “globalizzazione della miseria” spinge gli stessi ghanesi fuggiti dalle campagne impoverite in Africa a popolare le bidonville fuori controllo della provincia di Foggia, in condizioni igieniche inammissibili, vanno ad alimentare la fragilità di una filiera che ormai costringe i piccoli produttori a usare il “caporalato” per la raccolta. Il risultato del fallimento dell’agricoltura del nord della Puglia è una criminalità dilagante, la quarta mafia italiana secondo gli investigatori ha preso piede lì.

Non mancano per fortuna le eccezioni di imprenditori che lavorando sulla qualità e sulla filiera hanno conquistato nicchie di mercato così come in Emilia-Romagna dove si coltiva e si trasforma con successo. Cronaca di un viaggio nell’oro rosso dove a rischio è la qualità del prodotto e il lavoro di tutta la filiera, stretta in un ingranaggio globale che abbatte i prezzi e schiaccia le parti più deboli.

Ospiti di Duilio Giammaria la dirigente dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Emilia-Romagna Roberta Chiarini, la nutrizionista Sara Farnetti, il giornalista Pino Corrias e l’ex magistrato e presidente dell’Osservatorio sulla criminalità nel settore agroalimentare della Coldiretti Gian Carlo Caselli.
 
Programmazione                   
Rai Italia 1 (Americhe)
NEW YORK/TORONTO Sabato 27 Gennaio h20.30
BUENOS AIRES Sabato 27 Gennaio h22.30
SAN PAOLO Sabato 27 Gennaio h23.30
Rai Italia 2 (Australia - Asia)
PECHINO/PERTH Domenica 28 Gennaio h07.00
SYDNEY Domenica 28 Gennaio h10.00
Rai Italia 3 (Africa)
JOHANNESBURG Domenica 28 Gennaio h02.00  

 

 

 

Write comment (0 Comments)
Il duo pianistico italiano composto da Eleonora Spina e Michele Benignetti, giovani musicisti interessanti e di talento, sarà in Sud Africa nel mese di gennaio 2018 per due concerti organizzati dall’Istituto Italiano di Cultura di Pretoria, con in repertorio splendidi brani di Mozart, Mendelssohn, Brahms, Schubert e altri. Il calendario prevede:

• Lunedì 29 gennaio 2018 alle 19:00: recital per pianoforte "Recital Four Hands" presso il Brooklyn Theatre di Pretoria, Shop 21, Greenlyn, Thomas Edison St, Menlo Park. Biglietti: R 120-160, prenotazioni http://www.brooklyntheatre.co.za/pages/info/RecitalFourHands.html.

• Martedì 30 gennaio 2018 alle 19:30: recital per pianoforte "Fantasy and Reality" presso la Chiesa Anglicana di San Francesco d'Assisi di Johannesburg, 46 Tyrone Ave, Parkview. Il concerto è organizzato nell'ambito del Johannesburg International Mozart Festival (27 gennaio - 4 febbraio 2018). Biglietti: R185, prenotazioni http://www.join-mozart-festival.org/home/.
 
Eleonora Spina e Michele Benignetti provengono da ambienti solidi e variegati come solisti e musicisti da camera. La loro collaborazione come coppia di pianisti è iniziata nel 2013 e ha ricevuto immediatamente un plauso positivo. A giugno 2014 hanno ottenuto il prestigioso "Diplôme Supérieur d'Exécution" presso l'Ecole Normale de Musique "Alfred Cortot" a Parigi, con la menzione "à l'unanimité". La loro educazione musicale è stata contrassegnata da studi con rinomati professori tra cui Enrico Pace, Chantal De Buchy, Aquiles Delle Vigne, Franco Scala, Roberto Plano e Walter Bozzia. Attualmente i due artisti insegnano al Conservatorio di musica e danza di Soissons e al Conservatorio di musica e teatro di Saint Quentin, in Francia.
Le loro incisioni hanno ricevuto vari riconoscimenti, tra cui la medaglia d'oro come miglior album e migliori artisti emergenti ai Global Music Awards 2017 in California. Il duo si esibisce regolarmente in tutta Europa: Salle Cortot, Auditorium Opera Bastille, Auditorium Cité de la Musique Soissons, Royal College of Music di Londra, Grosser Konzertsaal della Hochschule fur Musik di Monaco, solo per citarne alcuni. Il duo di pianoforte Spina - Benignetti è un artista Yamaha.

Johannesburg International Mozart Festival
Il Festival si svolge ogni anno nel periodo a ridosso del 27 gennaio - anniversario della nascita di Mozart - e offre una combinazione unica di spettacoli classici ai massimi livelli internazionali con un approccio intelligente e creativo alla programmazione e un portfolio intraprendente di istruzione e sensibilizzazione onnicomprensiva, tra cui progetti per bambini e studenti. Per il calendario completo degli eventi e tutte le altre informazioni: http://www.join-mozart-festival.org/home/.
Write comment (0 Comments)
Il Giorno del Ricordo sarà commemorato a Johannesburg domenica 11 febbraio e il presidente dei Giuliani nel Mondo del Sud Africa, Nicolò Giuricich, invita tutti i connazionali e in particolare i presidenti di associazioni e comitati, enti, cori e club a partecipare alla cerimonia che si terrà in Piazza Italia, adiacente alla sede del Comites a Bedfordview. La Santa Messa sarà celebrata da padre Mariano alle 11 e sarà cantata dal Coro Giuseppe Verdi.

Giorno del ricordo
da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Il Giorno del ricordo è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno. Istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92, essa vuole conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».

Al Giorno del ricordo è associato il rilascio di una medaglia commemorativa destinata ai parenti delle persone soppresse e infoibate in Istria, a Fiume, in Dalmazia o nelle province dell'attuale confine orientale dall'8 settembre 1943 al 10 febbraio 1947. Sono esclusi dal riconoscimento coloro che sono stati uccisi mentre facevano volontariamente parte di formazioni non a servizio dell'Italia.

La data prescelta è il giorno in cui, nel 1947, fu firmato il trattato di pace che assegnava alla Jugoslavia l'Istria e la maggior parte della Venezia Giulia.
 
Il primo anno in cui si celebrò il Giorno del ricordo fu il 2005. In quell'occasione l'allora presidente Carlo Azeglio Ciampi emise un comunicato, nel quale espresse la propria soddisfazione per l'istituzione della solennità: rivolgendo il proprio pensiero «a coloro che perirono in condizioni atroci nelle Foibe [...] alle sofferenze di quanti si videro costretti ad abbandonare per sempre le loro case in Istria e in Dalmazia» affermò che «Questi drammatici avvenimenti formano parte integrante della nostra vicenda nazionale; devono essere radicati nella nostra memoria; ricordati e spiegati alle nuove generazioni. Tanta efferatezza fu la tragica conseguenza delle ideologie nazionalistiche e razziste propagate dai regimi dittatoriali responsabili del secondo conflitto mondiale e dei drammi che ne seguirono». Contestualmente, Ciampi affermò che nel quadro di un'Europa unita «italiani, sloveni e croati possono guardare con fiducia ad un comune futuro, possono costruirlo insieme».

Il Quirinale per la seconda celebrazione del Giorno del ricordo organizzò la prima delle cerimonie solenni che poi si succedettero di anno in anno. Nel corso di tali cerimonie, alla presenza dei presidenti dei due rami del parlamento e di altre autorità, di solito prendono la parola un rappresentante delle associazione degli esuli, uno storico e lo stesso presidente della Repubblica.

Ciampi ribadì - rispetto ai drammatici fatti delle foibe e dell'esodo - la «presa di coscienza dell'intera comunità nazionale. L'Italia non può e non vuole dimenticare: non perché ci anima il risentimento, ma perché vogliamo che le tragedie del passato non si ripetano in futuro. [...] L'odio e la pulizia etnica sono stati l'abominevole corollario dell'Europa tragica del Novecento, squassata da una lotta senza quartiere fra nazionalismi esasperati. La Seconda guerra mondiale, scatenata da regimi dittatoriali portatori di perverse ideologie razziste, ha distrutto la vita di milioni di persone nel nostro continente, ha dilaniato intere nazioni, ha rischiato di inghiottire la stessa civiltà europea. Questa civiltà [...] è fatta di umanità, rispetto per "l'altro", fede nella ragione e nel diritto, solidarietà. Le prevaricazioni dei totalitarismi non sono riuscite a distruggere questi principi: essi sono risorti, più forti che mai, sulle devastazioni della guerra [...].

L'Italia, riconciliata nel nome della democrazia, ricostruita dopo i disastri della Seconda Guerra Mondiale anche con il contributo di intelligenza e di lavoro degli esuli istriani, fiumani e dalmati, ha compiuto una scelta fondamentale. Ha identificato il proprio destino con quello di un'Europa che si è lasciata alle spalle odi e rancori, che ha deciso di costruire il proprio futuro sulla collaborazione fra i suoi popoli basata sulla fiducia, sulla libertà, sulla comprensione». Due giorni dopo, il presidente della Repubblica per la prima volta consegnò le onorificenze previste dalla legge ai familiari di venti italiani vittime delle uccisioni al termine della seconda guerra mondiale. Nella stessa occasione venne concessa a Norma Cossetto la medaglia d'oro al merito civile con la seguente motivazione: “Giovane studentessa istriana, catturata e imprigionata dai partigiani slavi, veniva lungamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri e poi barbaramente gettata in una foiba”.
Write comment (0 Comments)

Dopo la pausa natalizia, ecco puntuale all'appuntamento con il suo pubblico il cineforum della scuola di italiano Lingo di Federica Marchesini, reduce da una lunga vacanza a Cuba. Primo incontro mercoledì 7 febbraio al cinema Labia. Nella locandina tutte le informazioni:

 

Write comment (0 Comments)
Consolato Generale d’Italia

Il Consolato Generale d’Italia in Johannesburg ha indetto una procedura di selezione per l’assunzione di un impiegato a contratto da adibire ai servizi di assistente amministrativo nel settore segreteria-archivio-contabile. Si riporta  l'avviso di assunzione unitamente al modello di domanda. Tra i requisiti necessari si segnala la residenza in Sud Africa da almeno due anni e la buona conoscenza delle lingue italiana e inglese.

Le domande di ammissione dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 24:00 del giorno 8 febbraio 2018.

Le domande, debitamente firmate e scansionate, potranno essere trasmesse per via telematica, corredate da una copia del documento di identità, al seguente indirizzo di posta elettronica: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

oppure presentate a mano su carta libera indirizzata a:
Consulate General of Italy in Johannesburg                           
37, First Avenue (corner Second Street)
2196 – Houghton Estate,  Johannesburg.

Per ulteriori informazioni circa l'iter del concorso consultare la sezione  Concorsi   del sito del Consolato Generale 
www.consjohannesburg.esteri.it/consolato_johannesburg/en/la_comunicazione/bandi-di-concorso.html
Write comment (0 Comments)